La zucca

PROPRIETÀ NUTRITIVE, BENEFICHE E TERAPEUTICHE
La  zucca  ha  delle  importanti  proprietà nutritive,  benefiche  e  terapeutiche. Può essere considerata l’ortaggio autunnale per eccellenza e viene spesso impiegata per la preparazione di numerose ricette.

In  effetti  non  dovrebbe  mancare  mai  sulla  nostra  tavola,  perché  è un’ottima fonte di vitamine e di sostanze antiossidanti.
In modo particolare la zucca fornisce al nostro organismo il betacarotene, indispensabile per la formazione della vitamina A. L’applicazione dell’olio di semi di zucca favorisce la guarigione delle scottature. Inoltre l’ortaggio presenta proprietà diuretiche e lassative nontrascurabili.
 

LE PROPRIETÀ NUTRITIVE
Prendendo  in  considerazione  le  proprietà  nutritive  della zucca, bisogna considerare che, pur essendo queste ultime elevate, comunque non si tratta di un ortaggio calorico, visto  che  fornisce  soltanto  17  calorie  per  ogni  100  grammi di polpa. I componenti essenziali che formano questo ortaggio sono il betacarotene, che il corpo utilizza per la formazione della vitamina A, e poi le vitamine B ed E. La seconda è nota per essere un ottimo antiossidante.
La  zucca  contiene  molti  sali  minerali:  calcio,  fosforo,  potassio, magnesio, ferro, selenio, sodio, manganese e zinco.
Buona anche la quantità di fibre e l’ortaggio èricco anche di diversi aminoacidi, come l’arginina, l’acido glutammico, l’acido aspartico e il triptofano.
 

LE PROPRIETÀ BENEFICHE E TERAPEUTICHE
Le proprietà terapeutiche della zucca sono dovute specialmente al betacarotene, che riesce a prevenire l’insorgenza di varie patologie. In effetti proprio il betacarotene riesce a proteggere il sistema circolatorio, è un antinfiammatorio e presenta  delle  proprietà  antiossidanti:  contrasta  l’azione dei radicali liberi e rallenta l’invecchiamento delle cellule.
Questa sostanza riesce ad avere anche degli effetti diuretici e lassativi. Inoltre la zucca presenta delle proprietà sedative: è indicata per chi soffre di ansia, di nervosismo e di insonnia. Il consumo di semi di zucca o dell’olio derivante dall’ortaggio viene indicato per eliminare i parassiti intestinali e per trattare le infiammazioni della pelle, quando si verifica una scottatura o quando si ha un prurito intenso, con fenomeni di arrossamento. La zucca, infatti, riesce ad ammorbidire la pelle e ha, inoltre, delle capacità emollienti, che la rendono molto utile anche nel caso di punture di insetti.
A questo scopo si possono fare anche dei cataplasmi preparati con la polpacotta e frullata.
Con la zucca si possono mettere a punto anche  delle  creme  e  delle  maschere  antinvecchiamento, che rendono sempre giovane l’aspetto. Il succo di zucca dovrebbe essere bevuto soprattutto in caso di ulcera e di acidità dell’apparato digerente.
 

ZUCCA PER DIABETICI
Contrariamente a quanto si possa pensare, la zucca, dolcissima e gustosa, è un alimento amico delle diete povere di calorie, adatta persino ai diabetici per la scarsità in termini glucidici.  Nonostante  gli  impieghi  della  zucca  in  cucina siano davvero numerosissimi, non dobbiamo dimenticare che la pianta - grazie alle innumerevoli proprietà benefiche - viene assai utilizzata anche in ambito erboristico, fitoterapico e cosmetico.
 

USI IN CUCINA
I semi, come abbiamo visto nel precedente articolo, possono essere mangiati previa salatura ed essiccazione (od arrostimento in forno); anche i fiori sono mangerecci, e sono squisiti fritti o, semplicemente, scottati in padella come base per frittate o pasta.
La polpa di zucca si presta eccellentemente a mille impieghi: infatti, dopo averla privata della scorza - procedura comunque piuttosto complessa perché molto dura e massiccia - la zucca può essere cotta a vapore o bollita per preparare zuppe e minestroni, ma può essere anche tagliata a cubetti e  cucinata  in  padella  come  le  classiche patate  arrosto, aggiungendo quindi olio extravergine d’oliva, sale, pepe e – a chi piace – anche il rosmarino.
Un metodo alternativo per preparare la zucca è la cottura al  forno:  dopo  aver  tagliato  la  zucca  a  metà,  privata  dei semi ed accuratamente lavata, può essere tagliata a spicchi e cucinata direttamente in forno. Ma gli impieghi della zucca in cucina non sono ancora finiti: infatti, la polpa lessata o cotta in padella, dopo essere stata schiacciata, può costituire la base per torte e dolcetti originali.La zucca, infatti, riesce ad ammorbidire la pelle e ha, inoltre, delle capacità emollienti, che la rendono molto utile anche nel caso di punture di insetti. A questo scopo si possono fare anche dei cataplasmi preparati con la polpa cotta e frullata. Con la zucca si possono mettere a punto anche  delle  creme  e  delle  maschere  antinvecchiamento, che rendono sempre giovane l’aspetto. Il succo di zucca dovrebbe essere bevuto soprattutto in caso di ulcera e di acidità dell’apparato digerente.


SEMI DI ZUCCA E SALUTE DELLA PROSTATA
I semi di zucca (Cucurbita pepo L.) vantano una lunga e consolidata tradizione popolare contro i vermi intestinali, l’enuresi notturna dei bambini e le affezioni della prostata. Oggi, l’olio di semi di zucca è largamente impiegato come  rimedio  fitoterapico  utile  nella  cura dell’ipertrofia prostatica benigna. Questo ingrossamento anomalo della prostata è tipicamente caratterizzato da disturbi minzionali, quali diminuzione del calibro  e  del  getto  urinario, nicturia, urgenza minzionale, minzione  intermittente, minzione frequente, senso di incompleto svuotamento della vescica, ritenzione urinaria e gocciolamento post-minzione.
 

 







Elenco articoli