Robot rasaerba

PER UN GIARDINO SEMPRE AL TOP

Da qualche anno ne sentiamo parlare sempre più spesso e cominciamo a vederli, oltre che sui grandi prati dei campi sportivi, da golf  o  di  grandi  alberghi,  anche  in  qualche  giardino  privato  non necessariamente di grandi dimensioni. Stiamo parlando dei robot rasaerba, la soluzione ideale per i più pigri, per chi non ha tempo, ma anche per chi vuole un prato perfetto sempre.

Infatti i robot rasaerba, funzionando sempre durante le stagioni primaverile ed estiva mantengono sempre l’erba alla giusta altezza spuntandone ogni giorno una piccolissima porzione, invisibile per chi guarda il prato, ma importante perché depositandosi sul terreno fa da fertilizzante migliorando nel tempo la compattezza e la salute del manto erboso.

Sia che si abbia a disposizione un grande spazio adibito a prato, o che si tratti di un piccolo spazio verde, mantenerlo nelle condizioni migliori è molto più semplice se si dispone del robot rasaerba adatto.

Non tutti i prati sono uguali, quindi nemmeno i rasaerba possono esserlo, ma tra diversi modelli e proposte bisogna saper scegliere quello più adatto a ciascuna esigenza. Un prato si differenzia da un altro, oltre che per le dimensioni, per la pendenza, la sua struttura e conformazione, il perimetro che lo delimita.

Se fino a poco tempo fa la scelta per il rasaerba giusto per il proprio spazio verde era tra i modelli elettrici o a motore, la tecnologia e diversi anni di perfezionamenti e innovazioni hanno dato vita a robot capaci di tosare il prato in modo esteticamente perfetto, sicuro e senza bisogno della presenza dell’uomo. Dotati di sensori che li fanno muovere come programmato, queste piccole macchine intelligenti riescono a fare autonomamente e in modo affidabile il lavoro che prima doveva essere gestito dalla presenza di una persona.

Dotate di sensori, come i forse più comuni robot aspirapolvere, queste piccole macchine programmabili si occupano di tagliare il prato da sole, senza l’aiuto dell’uomo, rasando l’erba all’altezza desiderata. Dopo anni di studi e di perfezionamento, ad oggi sono sul mercato diversi modelli, distribuiti da varie aziende, con un buon livello di efficienza e di affidabilità.

Le pile ricaricabili li rendono autonomi e sono anche capaci di andare a rigenerarsi quando stanno per esaurirsi.
Grazie ad un telecomando è facile interagire con essi, anche stando comodamente sul divano di casa.
 

1 – DIMENSIONI DEL PRATO
Il primo dato da conoscere per poter scegliere il rasaerba migliore è la grandezza del prato; sulla base di questa informazione si può cominciare a valutare il modello più consono alle proprie esigenze.
A grandi linee si può dire che i modelli più piccoli servono per distese erbose che non superano i 400 metri quadri, quelli medi vanno bene fino a 2.000 metri quadri e i robot rasaerba più grandi sono efficienti anche su aree di 3.000 metri.
Per un piccolo prato può bastare un modello basico, possibilmente impermeabile, che lavora anche di notte o con la pioggia, oppure va a ripararsi alle prime gocce, con i dispositivi di sicurezza base che bloccano la lama in caso di ribaltamento.
Per  grandi  distese  sono  stati  realizzati  rasaerba  che  riescono a muoversi efficacemente su pendenze fino a circa 30°, con una lama di taglio più grande, che riconoscono l’erba già rasata e gli ostacoli grazie a sofisticati sensori e cambiano direzione senza ripetere gli stessi movimenti in modo da aumentare l’efficienza in modo da coprire grandi superfici più rapidamente.
 

2 – PENDENZA DEL TERRENO
Per una rasatura ottimale ed esteticamente perfetta è importante valutare il livello di pendenza del terreno; se il vostro prato ha pendenze medie (fino a 30°) o addirittura forti (fino a 45° ovvero 100%) è consigliabile un robot rasaerba con quattro ruote motrici, in grado di lavorare senza problemi in qualsiasi condizione di aderenza. anche in prati sconnessi.


 

3 – CONFORMAZIONE DEL TERRENO
In base alla conformazione del vostro giardino dovrete valutare la tecnologia alla base dell’intelligenza del vostro robot rasaerba. Se disponete di un prato dalla forma semplice e abbastanza regolare scegliete un rasaerba con filo perimetrale. L’installazione del filo è semplicissima e non richiede nessuna esperienza. Se invece il vostro prato è irregolare o frammentato meglio scegliere un robot rasaerba completamente automatico che non necessiti di filo e faccia affidamento solo sui sensori in grado di riconoscere dove c’è erba e quindi debba lavorare e dove invece debba semplicemente passare oltre.
 

4 – AMPIEZZA DELLA LAMA
L’ampiezza della lama è un’altra delle caratteristiche importanti da valutare quando si sceglie il proprio modello. E’ vero che una lama più grande lavora le superfici in tempi minori, ma se il prato è piccolo, perchè comprare un modello più costoso e più ingombrante per fare lo stesso lavoro che esegue già bene un robot di dimensioni più piccole?
 

5 – MULCHING
Il mulching di un rasaerba è la capacità di sminuzzare e ridistribuire sul prato gli sfalci di erba tagliata, al fine di farli diventare concime per il prato stesso. E’ una funzione dal duplice vantaggio: oltre al fatto di concimare, che se per un piccolo prato è di importanza relativa, ne assume molta in caso di grandi superfici, ha l’indubbio pregio di evitare di doversi preoccupare di disfarsi degli sfalci di erba. Questa funzione è ormai propria di tutti i migliori robot con sensori, che la eseguono efficacemente, sminuzzando l’erba in modo tale che, distribuita dalla stessa macchina sul terreno, diventi in breve ottimo concime.


 

6 – SICUREZZA ATTIVA E PASSIVA
Dal punto di vista della sicurezza, sono molte le funzioni che rendono sicura sia la macchina che il suo funzionamento. Si va dai modelli che sono totalmente gestibili tramite il cellulare, a quelli dotati di una password che, in caso di furto, ne impedisce l’utilizzo. Se una persona tocca i
sensori laterali o l’impugnatura del robot, questo si arresta immediatamente.I migliori robot rasaerba inoltre dispongono di sistemi antifurto e codice PIN per scoraggiare i malintenzionati; il sistema antifurto ci permetterà di proteggere il nostro fido amico robot senza doverci preoccupare di ritirarlo in garage.
 

7 – PROGRAMMAZIONE
Questi piccoli prodigi della tecnologia sono programmabili impostando l’ora e i giorni in cui si desidera che vadano in funzione; spesso è possibile programmare la settimana di taglio e i alcuni modelli dispongono di gestione remota da app scaricabile su smartphone e tablet.
 

8 – PREZZO
I prezzi dei rasaerba sono abbastanza vari. Si parte, per un modello base ma completo di tutti gli optional descritti, dai 1.500 euro circa. I modelli più importanti, con ruote motrici e maggiore potenza, superano i 2.000 euro, fino ad arrivare anche al doppio per i robot tagliaerba più sofisticati.
 

CONCLUSIONI
Le moderne macchine rasaerba sono sempre più efficienti e ricche di innovazioni e miglioramenti. L’importante è essere accorti ed informarsi sulle caratteristiche di ciascuna, confrontandole con le proprie reali necessità, in modo da scegliere il meglio per sé e per il proprio prato.







Elenco articoli